VAL VANNINO ROCK

La Val Vannino è un paradiso di roccia (gneiss) per gli appassionati di arrampicata sportiva e alpinistica estiva. Circa 200 sono i tiri (tra monopitch e multipitch) che costellano le pareti della valle nei dintorni del rifugio Miryam che, a partire dai primi anni '90 del '900, è stato il centro gravitazionale attorno a cui alcuni nomi importanti del panorama arrampicatorio nazionale hanno ruotato, da Eugenio Pesci a Bruno Quaresima, da Roberto Capucciati a Daniele Piazza, da Maurizio Pellizzon a Pietro Garanzini a Marco Tosi. La roccia è perfetta e la caratteristica dell'arrampicata è decisamente tecnica, prevalentemente su placca, benché un intero settore sia adatto a chi predilige la scalata fisica. A partire dal 2012 un nuovo impulso esplorativo ha portato all'apertura di diverse linee trad grazie al lavoro di Maurizio Pelfini e Alessandro Rosa. Considerata l'enorme presenza di roccia di ottima qualità su cui non sono ancora state messe le mani, il futuro dell'arrampicata in Val Vannino sembra avere ancora molto da offrire. Per gli appassionati di boulder alcuni blocchi sono già stati mappati e un'infinità di altri attende di essere scoperta e scalata. Il rifugio è disponibile a collaborare con chi è interessato al "nuovo".

A 50 metri dal Miryam si trova una falesia (il cosiddetto "Sasso scuola" dove si svolgono corsi o si pratica l'arrampicata plaisir vista rifugio) con 11 montiri dal 4a al 6b.

Per informazioni, relazioni, corsi (per le sezioni del Cai sono previste condizioni particolarmente vantaggiose), accompagnamenti con la guida alpina sia per i monotiri che per le vie lunghe contattare il rifugio allo 0324.63154 o via mail scrivendo a info@rifugiomiryam.org